Mercoledì, 24 Luglio 2019

Progetto1

Mariano IV, la guerra arborense e la naciò sardesca: questo il titolo dell’importante evento culturale organizzato dall’Istar che da oltre vent’anni promuove la ricerca, la valorizzazione e la divulgazione del patrimonio storico e artistico dell’età giudicale arborense...

di Maurizio Casu*

L'Istituto Storico Arborense ha dedicato un importante convegno di studi alla straordinaria figura di Mariano IV d’Arborea, il grande sovrano arborense che nel 1353 intraprese una lunga guerra contro il sovrano aragonese Pietro IV. Studiosi provenienti dall’Archivio della Corona d’Aragona, dall’Università di Valencia, dall’Università di Cagliari e di Sassari, nonché dall’importante Istituto di Storia dell’Europa Mediterranea – CNR di Cagliari, offrendo talvolta documentazione ancora inedita, hanno delineato la figura di Mariano IV presentandolo come un potente e fiero sovrano del suo tempo, perfettamente inserito nel contesto politico delle grandi monarchie del Trecento, che con astuzia e determinazione ha affrontato diplomaticamente e militarmente la potenza aragonese nel tentativo di liberare l’isola dalla dominazione straniera. Un pubblico numerosissimo ha seguito con grande interesse i lavori del convegno, svoltosi nella splendida cornice dell’auditorium del San Domenico di Oristano.memoriae milites chiostro carmine oristano convegno istar 2018 L’evento culturale è stato arricchito nella serata del giovedì dalla partecipazione de Su Cuntrattu de Seneghe di Antonio Maria Cubadda che ha intonato alcune ottavas serradas su Mariano IV tratte dalla tradizione poetica sarda e, nella giornata di venerdì, dall’allestimento di una mostra, curata dall’Associazione Culturale cagliaritana Memoriae Milites, presso il chiostro del Carmine.

convegno istar Mariano IV naciò sardesca

L’esposizione, visitata da numerose scolaresche e guidata da figuranti in costume, approfondiva alcuni aspetti legati alla vita quotidiana in età medievale.Le musiche e le danze medievali unitamente agli squilli di trombe e ai rulli di tamburo dei Tambores et Tubicines Aristanei Civitas dell’Associazione Culturale Tamburini e Trombettieri Città di Oristano, hanno inoltre contribuito a ricreare l’atmosfera dell’età di Mariano IV. Grande soddisfazione è stata espressa dall’assessore alla Cultura del Comune di Oristano, Massimiliano Sanna, il quale ha sottolineato l’importanza della partecipazione al convegno, di un folto pubblico di docenti che ha aderito numeroso alla proposta del corso di aggiornamento e formazione in storia medievale proposto dall’Istar e nel quale era inserito lo stesso convegno. Anche il direttore scientifico dell’ISTAR, prof. Giampaolo Mele, coordinatore della manifestazione, ha sottolineato l’importanza dell’evento culturale, sia per il contributo scientifico offerto dagli studiosi presenti, sia per la partecipazione attiva del pubblico. A distanza di 650 anni dalla famosa battaglia di Oristano, nella quale le truppe di Mariano IV duramente sconfissero le truppe aragonesi che assediavano la capitale arborense, l’Istar ha dedicato un eccezionale evento culturale all’attento legislatore e raffinato stratega, padre di Eleonora d’Arborea, uno dei più importanti protagonisti della storia del Trecento, non solo oristanese e sardo, ma come hanno affermato gli stessi studiosi iberici, dell’intera Europa e del Mediterraneo.memoriae milites chiostro carmine oristano convegno istar 2018

* Presidente ISTAR

Video credits: Alessia Andreon

Photo credits: Giulio Gaviano

Pin It

Iscriviti al nostro canale youtube

Guarda i nostri video dalla diocesi

YouTube icon