Lunedì, 17 Giugno 2019

Progetto1

Le statue dei Giganti di Mont’e Prama, esposte temporaneamente nel museo archeologico di Cagliari, non torneranno nel Sinis?...

di Giulio Gaviano

Le parole della direttrice del Polo museale della Sardegna, Giovanna Damiani, hanno scatenato un putiferio: “Impossibile rinunciarci e non saranno poche statue, sarà un’esposizione più articolata”.

Immediata la levata di scudi dei politici del Territorio: giovedì scorso il sindaco di Cabras ha convocato una conferenza stampa con i primi cittadini, il commissario della Provincia e i consiglieri regionali dell’Oristanese.

Unanime il coro, senza distinzioni di colore politico: “I Giganti devono tornare tutti a Cabras”

I politici locali non usano mezzi termini; parlano di “furto”, di “scippo”, bisogna proteggersi “dall’ennesimo abuso” e le parole della direttrice del Polo museale sono ritenute “eresie”.

Anche il presidente della Regione, Francesco Pigliaru, è stato interpellato sulla questione. La sua opinione è un po’ diversa da quella dei politici oristanesi: i Giganti devono rimanere a Cabras, non tutti ma “in grandissima parte”.

Secondo la direttrice Giovanna Damiani, invece “Sarebbe antistorico (sic), dopo tanti anni della loro presenza a Cagliari, dare un colpo di spugna e annullare questa presenza”. A parte la Damiani, altri rappresentanti dello Stato finora non si sono espressi.

Secondo il protocollo d’intesa sottoscritto nel 2011 dal sindaco di Cabras con la Regione, la Direzione Regionale per i Beni Culturali e la Soprintendenza per i Beni Archeologici, i Giganti saranno divisi e a Cabras ne andrà una parte, “fatte salve le esigenze espositive del Museo Archeologico Nazionale di Cagliari”.

Infine, secondo un tizio che era al bar di fronte al museo di Cabras il giorno della conferenza stampa, i Giganti “ant a torrai crasi”.

Noi de L’Arborense, naturalmente, auspichiamo che l’intero complesso delle statue torni prestissimo vicino al suo contesto archeologico, dove ovviamente può essere studiato, interpretato e valorizzato meglio dagli esperti e compreso dal grande pubblico.

 

Pin It

Iscriviti al nostro canale youtube

Guarda i nostri video dalla diocesi

YouTube icon