Martedì, 23 Aprile 2019

Progetto1

Aldilà delle attese per nuovo governo e nuovi governatori, abbiamo chiesto a Sergio Vacca, primo cittadino del Comune di Milis, quali siano le aspettative in termini di vicinanza tra istituzioni nel rapporto tra Regione e Comuni...

a cura di Mauro Dessì

Sindaco Vacca, quale ruolo dovrà avere la Regione perché amministrare un paese possa essere un po’ più semplice di quanto lo sia oggi?

La Regione, con la propria autonomia legislativa, anche in materia di Enti Locali, dovrà farsi carico del riequilibrio dei poteri attraverso un adattamento alle condizioni specifiche degli Enti locali della Sardegna dei principi della norma statale, la cosiddetta legge Bassanini bis del 1997 che, contrariamente alla sua finalità dichiarata, ha aumentato il grado di politicizzazione della burocrazia locale; dovrà inoltre, anche attraverso specifiche azioni di carattere pedagogico, contribuire alla formazione e all'aggiornamento dei funzionari, perché cresca la consapevolezza del ruolo di civil servant che ognuno di loro ha o dovrebbe avere. Non trascurerei pure azioni mirate nei confronti degli amministratori. Ma, soprattutto, va sostenuto il ruolo degli Enti Locali, anche attraverso azioni di consulenza che non può essere svolta a livello locale solo dai Segretari Comunali.

Rispetto al Comune che lei guida e al territorio, quali urgenze ha da segnalare?

Certamente la viabilità intercomunale, fortemente deteriorata per carenza di manutenzione delle strade, ma anche quella comunale, per la quale non si dispone di adeguati fondi neanche per le manutenzioni ordinarie. Inoltre, il Piano di Assetto Idrogeologico ha messo in evidenza importanti criticità in occasione di eventi meteorici fuori dall’ordinario. Infine, due importanti “gioielli” della Comunità, il Palazzo Boyl, con il suo anfiteatro, e lo Stabilimento Pernis-Vacca, necessitano interventi piuttosto significativi sia per l’adeguamento alle norme di sicurezza sia per necessari restauri conseguenti alla mancata manutenzione negli anni trascorsi.

 

Pin It

Iscriviti al nostro canale youtube

Guarda i nostri video dalla diocesi

YouTube icon