Lunedì, 13 Luglio 2020

Progetto1

Autunno sardo. A Villaurbana si celebra il Pane, a Paulilatino la Prosa Drammatica, a Riola Sardo gli Oliveti....

Riola Sardo. È tutto pronto per la Giornata Nazionale della Camminata tra gli Olivi in programma domenica 27 ottobre: un’unica data e tanti itinerari nell'Italia dell'olio extravergine per immergersi nel verde argenteo degli oliveti e scoprire il patrimonio olivicolo nostrano, conoscerne la storia e apprezzarne la bellezza. La Camminata tra gli olivi, promossa dall’Associazione Città dell’Olio in contemporanea nazionale, all’ombra di piante secolari, conduce, passo dopo passo, i partecipanti alla scoperta del territorio legato alla grande civiltà millenaria dell’olio EVO, un’eccellenza che traccia la storia del paesaggio e ne modella al contempo la sua identità. Sono 17 le Regioni coinvolte e ben 124 le Città dell’Olio che in occasione della manifestazione organizzeranno passeggiate all’aperto negli oliveti, visite a frantoi, degustazioni di olio DOP, corsi di assaggio e molto altro ancora per raccontare la bontà dell’oro verde, elogiarne la qualità e sottolineare il suo valore. Tra i 13 comuni sardi che hanno aderito all’iniziativa per sensibilizzare l’opinione pubblica, c’è anche Riola Sardo che ha fatto ufficialmente l’ingresso nel circuito nel gennaio 2017. È l’Amministrazione comunale del centro riolese a organizzare la manifestazione, giunta alla terza edizione. Il ritrovo dei partecipanti è previsto alle ore 9 nei giardini pubblici di via Montessori. La camminata si svilupperà in un percorso di circa 3,5 Km, facilmente percorribile e adatto a tutti, in località Pauli Fenu, tra gli oliveti secolari che contraddistinguono il territorio. Sarà un tecnico dell’Agenzia Laore ad accompagnare i partecipanti nei territori olivicoli per mostrare le peculiarità degli oliveti sardi. Nel corso della passeggiata è prevista la visita all’oleificio Corrias e all’oleificio Dessì situati nel comune, con degustazione dell’olio EVO, dove si illustreranno le tecniche di lavorazione delle olive, dalla raccolta alla trasformazione in olio.  Le iscrizioni si potranno effettuare entro giovedì 24 presso Alimentari Gervasio & Laura, Tabaccheria Ponti Filomena, Bar Rubinetto. Colazione e pranzo saranno offerti gratuitamente nella località Su niu de sa pubusa, in collaborazione con il Comitato Sant’Anna 19. Il rientro è previsto nel primo pomeriggio.

Un evento volto a promuovere e diffondere la conoscenza delle caratteristiche qualitative e benefiche di un olio extravergine di qualità, ma anche finalizzato ad apprendere quali sono le diverse cultivar di olive da olio. Un percorso che stabilisce un incontro diretto coi produttori e che sottolinea l’importanza dell’olivicoltura e della gestione sostenibile dell’oliveto per renderlo ancora più eco-friendly. Una giornata per ristabilire un legame con la propria terra, ideale per famiglie e per chi vuole stare a stretto contatto con la natura avvolto dal fascino di olivi secolari ricchi di storia e tradizione. Un’iniziativa dal forte valore simbolico tesa alla tutela del territorio olivicolo e alla valorizzazione del paesaggio, ma anche alla promozione del valore culturale dell'olio d'oliva, ricchezza per le future generazioni. Il turismo dell’olio, se ben organizzato, può incrementare la competitività dell’olivicoltura tradizionale, diventando una risorsa per l’ambiente, il territorio e i produttori. L’appuntamento è fissato per domenica, non ci resta che mettere lo zaino in spalla e marciare per fare ritorno, anche se per un solo giorno,alla terra e a un mondo più genuino e vero.

Erika Orrù

villaurbana pane web1 

A Villaurbana la ventiduesima edizione della Sagra del Pane.  Una tre giorni di esposizioni, dimostrazioni, degustazioni e spettacoli. Un mix di tradizione, cultura, cucina. Si inizia venerdì con Aspettando la Sagra: musica dal vivo, cena in piazza ed esibizioni dei gruppi folk Biddobrana di Villaurbana e Aria di Casa Nostra di Alatri.

Sabato la festa entra nel vivo. Alle 10 l’apertura, con le dimostrazioni di come si fa il pane, stand e degustazioni. Sarà possibile inoltre visitare il museo Casa del pane in una suggestiva abitazione padronale dell’800. Dalle 12 si potrà pranzare presso gli stand. Alle 16 inizierà l’animazione musicale nel centro storico con il gruppo folk Aria di Casa Nostra, la banda musicale G. Verdi di Terralba e la scuola di danza La Sylphide di Villaurbana. Intrattenimento per bambini e adulti con I grandi giochi di Legno nella piazza della Chiesa. La festa continuerà con gli spettacoli musicali del gruppodi Gianni Ore e i Sonadas.

Domenica mattina, alle 10 riapriranno gli stand e la Casa del Pane. Dalle 12 si potrà mangiare allietati dalla musica. Di pomeriggio torneranno gli Aria di Casa Nostra di Alatri. Le vie del centro si animeranno con le maschere di Olzai Maimones, Murronarzos e Intintos, il Gruppo Folk Arcidanese e le Massaieddas di Arcidano. Spazio anche al jazz con la band Crazy Ramblers. Divertimento per bambini e adulti con I Grandi Giochi di Legno nella piazza della Chiesa.
La serata si concluderà con lo spettacolo musicale dei gruppi A Ballare e Dringhiglios.

Giulio Gaviano

 Teatro Grazia Deledda paulilatino 1

Al teatro Deledda di Paulilatino è iniziata il 4 ottobre la rassegna Teatro d'Autunno, un viaggio nella drammaturgia contemporanea. In scena cinque tra le compagnie isolane più note, Teatro S'Arza, Anfiteatro Sud, Actores Alidos, Il Crogiuolo e il Teatro Instabile e due compagnie nazionali, la calabrese Teatrop di Lamezia Terme e il TeatroZeta de L'Aquila. Le scritture, tutte originali, sono di Romano Foddai, Paola Dessì, Aldo Sicurella e Giuseppe Manfridi; la rassegna dell’Instabile vuole rendere omaggio al teatro di prosa. Gli appuntamenti al Deledda proseguiranno fino al 21 novembre 2019. Ogni compagnia inoltre parteciperà a un laboratorio d’arte permanente dal titolo Along with art.

Giulio Gaviano

Pin It

Iscriviti al nostro canale youtube

Guarda i nostri video dalla diocesi

YouTube icon