Lunedì, 16 Settembre 2019

Progetto1

Non sono ancora spenti i ricordi della prima edizione del Presepe vivente itinerante, che tanto interesse e partecipazione di folla riscosse in quella notte oristanese del 21 dicembre 2013, che è già in allestimento la 3ª edizione...

di Roberto Mario Picchedda

Le Parrocchie del Vicariato Urbano sono all’opera per realizzare un’idea e un desiderio del nostro Arcivescovo, Ignazio Sanna, espresso alcuni mesi fa in occasione di un incontro ad hoc per lanciare l’iniziativa. Monsignor Sanna ha poi incontrato i Parroci dello stesso Vicariato, ai quali ha esposto il progetto del presepe vivente itinerante.

presepe vivente oristano5 2013

La prima iniziativa è stata l’apertura d’una postazione WhatsApp, con un primo elenco di organizzatori afferenti alle parrocchie. L’elenco è divenuto nel giro di pochi giorni nutrito e, ciascun referente, si è dato l’incarico di raggiungere quanti, nelle singole realtà, erano desiderosi di partecipare. Nei successivi incontri tenuti presso il salone della parrocchia di San Paolo si è avviata la macchina organizzativa, con l’individuazione di un itinerario che muoverà alle 18 da piazza Cattedrale, dove saranno allestite le scenografie dell’Annunciazione, del Censimento e una postazione delle lavandaie, a cura della parrocchia di Santa Maria Assunta, Cattedrale.

presepe vivente oristano6 2013

Sarà di un nurallaese la voce narrante fuori campo. Subito dopo si proseguirà in Episcopio con la scenografia dell’incontro di Erode con i Re Magi a cura delle parrocchie di San Sebastiano e San Paolo. Erode sarà un figurante proveniente da Nurallao. A questa scenografia daranno un significativo contributo anche i cavalieri dell’associazione “Sa Sartiglia”, che parteciperanno con sei cavalieri e rispettivi cavalli.

presepe-vivente2-oristano-2013.jpg

Nell’antistante piazza Giovanni Paolo II, invece, una postazione con delle filatrici, restauratori e falegnami sarà allestita a cura delle Parrocchie di Sant’Efisio e Sacro Cuore.

Nella piazza Martini (Tre palme) uno spazio dedicato ai pastori con l’ovile e il fuoco, realizzati dalle Parrocchie di San Sebastiano e San Paolo.

Il corteo itinerante toccherà poi la Piazza Corrias ove la Parrocchia dei Cappuccini allestirà il forno e le locande.

Infine piazza Roma, sotto la torre di Mariano II, la grotta della Natività e l’Adorazione dei Magi. Contribuirà con ulteriori figuranti la Parrocchia San Pietro Apostolo di Nurallao, interpretando Elisabetta, Zaccaria, i Sommi Sacerdoti.

Si è cercato di coinvolgere i commercianti di Oristano per garantire alle tante spese che l’organizzazione richiede un qualche finanziamento.

La manifestazione, oltre che dalla Diocesi e dal Vicariato urbano, sarà patrocinata dall’Assessorato alla Cultura e Patrimonio del Comune di Oristano e dalla Pro Loco. In questa edizione 2018 la Sacra famiglia sarà rappresentata da una giovane ed entusiasta coppia proveniente dalla Parrocchia di San Paolo, Sara Deias e Mauro Diana. Il bambino Gesù sarà Alessandro Martis, sempre proveniente dalla Parrocchia di San Paolo, un “pargolo” di appena tre mesi.

presepe vivente oristano7 2013

Nell’idea degli organizzatori si legge una evidente esigenza e un desiderio di aggregare le persone, creando così nuovi spazi di catechesi. È importante, quindi, che tutte le parrocchie partecipino, attualizzando sempre più quel mistero di oltre duemila anni fa, di un Dio che si è fatto uomo per salvare il mondo.

Photo credits: Giulio Gaviano

 

Pin It

Iscriviti al nostro canale youtube

Guarda i nostri video dalla diocesi

YouTube icon