Lunedì, 21 Gennaio 2019

 

La luce delle stelle ha brillato nella limpida notte del 26 agosto per il Primo trofeo internazionale di Scherma città di Oristano...

di Alessandro Pilloni

Questo torneo, organizzato dalla neonata società Scherma Oristano, con il patrocinio del Coni e del comune, arriva alla conclusione di una settimana intensa di stage che ha visto schermidori provenienti da tutta la Sardegna e non, e ha coinvolto il tecnico della nazionale di spada transalpino Frantz Filippe e un gruppo di atleti provenienti da una delle scuole di scherma più prestigiose di Parigi.

La manifestazione non è stata solo un evento sportivo ma ha dato la possibilità a molti atleti di scoprire il territorio, visitare le sue bellezze e tuffarsi nelle acque splendide della costa oristanese.

Durante la giornata, la palestra dell’istituto tecnico Mossa ha ospitato le fasi di qualificazione del torneo riempendosi di atleti provenienti da tutte le società dell’isola e ha visto anche la presenza di atlete di livello internazionale e nazionale, le vice campionesse italiane Marta Ferrari e Isabella Fuccaro e la francese, campionessa europea in carica, Auriene Mallo.

scherma oristano agosto 2018 foto pilloni

Le fasi finali si sono svolte sotto la stupenda cornice della Torre di Mariano, in piazza Roma, gremita di folla incuriosita per un nobile sport, elegante ed emozionante come l’urlo di liberazione di uno spadaccino dopo una stoccata. Sono risuonati nella notte oristanese l’inno italiano e francese, ricordando ai presenti l’importanza e l’internazionalità del momento, facendo respirare aria olimpica.

Le finali hanno visto trionfare nel singolo maschile il cagliaritano Alessandro Loiotile della accademia d’armi Athos di Cagliari in uno scontro che lo ha visto sempre condurre fino alla fine sull’altro cagliaritano Gabriele Lippi.

scherma oristano agosto 2018 foto pilloni3

L’attesa più grande è stata per la finale del singolo femminile. La nostra azzurra Ferrari ha avuto la meglio, dopo tre tempi, della Mallo, strappando il punto della vittoria all’ultimo assalto. Le emozioni son state tante, con capovolgimenti e con stoccate di alto livello, colpi che possiamo vedere solo in tv venivano portati con grazia e maestria da due grandi campionesse.

La serata ha visto anche una esibizione maschile a squadre di spada dove, però, la rappresentativa francese ha avuto la meglio su quella italiana, formata tutta da atleti sardi.

La manifestazione ha avuto un padrino di eccezione, il maestro Gavino Masu, icona di questo sport in terra oristanese, che ha salutato tutti e sottolineato come per Oristano sia un importante ritorno alla scherma ad alti livelli. Il tecnico della squadra francese ha sottolineato la bellezza dell’iniziativa ed evidenziato che “questa è una terra stupenda, è stata una gara di alto livello ed è stato un piacere passare una settimana con voi”.

Oristano ha dimostrato come lo sport si possa sposare con la promozione del territorio ma ha anche detto che la scherma è pronta riprendersi un posto nel cuore degli oristanesi.

Pin It

Iscriviti al nostro canale youtube

Guarda i nostri video dalla diocesi

YouTube icon