Domenica, 16 Dicembre 2018

Oristano

  •  

    Il libro di Francesco AbateTorpedone Trapiantati è un libro comico che parla di cose serie. Così lo ha definito Jimmy Spiga, dialogando con l’autore venerdì 13 luglio nel giardino del Museo Diocesano Arborense...

    a cura di Mario Virdis

  •  

    Quante volte ci sarà capitato di giocare o di assistere a una partita a carte, con gli animi, a volte, piuttosto accesi. Non a caso sull'asso di bastoni delle carte triestine sta scritto: molto spesso le giuocate van a finire a bastonate...

    di Alberto Medda Costella

  •  

    Durante l’estate, il Seminario diocesano ha ospitato un torneo di calcio, denominato Catte cup, pensato e organizzato da Mattia Murru, che abbiamo intervistato...

    a cura di MAC

  •  

    Mercoledì 29 agosto ha avuto inizio la Novena alla Vergine del Rimedio; prima novena ore 17,15, mentre la novena serale si svolgerà alle ore 21 con le meditazioni di p. Angelo Espis, missionario morfoniano...

    di Alessia Andreon

  •  

    Dopo l'intervista dello scorso anno a  Francesco Asquer, direttore del Consorzio Uno, l'ente che gestisce i corsi universitari degli atenei di Sassari e Cagliari nella nostra cittadina, abbiamo contattato la dott.ssa Rosanna Lai, responsabile dell'orientamento...

    a cura di Alberto medda Costella

  •  

    Oristano ha avuto l’onore dal 13 al 16 settembre di ospitare i campionati italiani di equitazione FISDIR, per la disabilità intellettivo-relazionale. Un’edizione speciale, la decima, che per la prima volta approda in terra sarda...

    di Alessandro Pilloni

  •  

    In occasione dei festeggiamenti per la Festa di Santa Croce, inaugura al Museo Diocesano Arborense una mostra temporanea con le opere di Antonio Amore dedicate alla raffigurazione dell'immagine di Cristo...

    di M. A.

  •  

    Nella marina di Torregrande, una cantilena che si è sempre sentita riguardava la mancanza di servizi come farmacia e bancomat...

  •  

    La GlobeMusic Academy, la scuola di musica moderna, ha organizzato quattro giornate di musica ed eventi culturali finalizzati alla riqualificazione urbanistica e storica della piazza Manno e delle vie limitrofe da giovedì 21 a domenica 24 giugno. La manifestazione, intitolata Oristano In piazza Manno, si è svolta per il terzo anno consecutivo, dando vita per quattro giorni alla storica piazza nel centro di Oristano...

    a cura di Alessia Andreon

  • S'andada de is sordaus grogus. Chissà quanti oristanesi in passato hanno mandato a "quel paese" qualche loro conoscente in questo modo. Tradotto letteralmente dal sardo significa: l'andata dei soldati gialli. Ma da cosa trae origine? Chi sono questi soldati?

    di Alberto Medda Costella

  •  

    Sabato 22 settembre la sala conferenze dell’Hospitalis Sancti Antoni ha ospitato per la giornata europea del patrimonio il convegno sull’antico Acquedotto di Oristano e più in generale sul panorama sociale e politico della Oristano della seconda metà dell’ottocento...

    di F. D.

    Il convegno, inserito nel calendario del Settembre Oristanese per il ciclo di appuntamenti Una città nella storia, è stato coordinato da Maurizio Casu, curatore di Museo Oristano. Il programma prevedeva di portare un po’ di luce su un periodo storico, l’Ottocento, più trascurato rispetto ad altri momenti del passato oristanese, ma che di fatto ha inciso profondamente sia architettonicamente che socialmente nel determinare la Oristano di oggi.

    L’intervento di saluto di Massimiliano Sanna, Assessore alla Cultura, è stata l’occasione per raccontare e promuovere l’esperienza di Museo Oristano, piattaforma digitale di condivisione delle conoscenze sulla città. Una infrastruttura che non vuole solo informare, ma informarsi, mettendo in rete le conoscenze di tutti.

    Il convegno vero e proprio si è aperto con l’intervento di Gigi Piredda. Lo studioso ha indagato la seconda metà dell’ottocento Oristanese, dimostrandone la crucialità dal punto di vista sociale ed economico. Dopo aver reso conto della grande quantità di idee e progetti che il Consiglio Comunale di Oristano solo discute o realizza, Gigi Piredda ha raccontato a una sala affollata il terreno sociale in cui questa rivoluzione di idee si attuava.

    acquedotto oristano web 3

    È emersa una generazione di politici e cittadini aperti alle idee liberali europee e che si arricchiva del contributo di alcuni esuli risorgimentali che trovavano riparo in Sardegna. Oltre alle nuove famiglie borghesi compaiono alcuni professionisti continentali che supportano tecnicamente i progetti di modernizzazione della città. Esemplare al riguardo è la biografia dell’ingegnere Pietro Cadolini, che parteciperà alle vicende che porteranno alla realizzazione dell’acquedotto di Oristano.

    A seguire, Francesco Deriu ha illustrato la storia che ha portato la città a dotarsi di una infrastruttura di tale importanza.

    Dopo una breve premessa sulle modalità con cui la città si approvvigionava d’acqua prima dell’acquedotto, con sistemi che allora apparivano oramai al limite del decoro, lo studioso ha descritto la situazione degli anni ’70 dell’Ottocento, quando si raggiungono le condizioni sociali e politiche per fare il grande passo.

    Nonostante la spesa rilevante, che obbliga il comune a un indebitamento, nonostante le difficolta tecniche e  l’opposizione dei comuni di Bonarcado e Milis, il Comune realizza una linea d’acquedotto che parte dall’agro di Bonarcado, percorre 25 chilometri e serve tutta la città.

    In conclusione del suo intervento Francesco Deriu si è concentrato sulla lettura urbanistica e architettonica delle “opere d’arte” realizzate in piazza S. Martino a compimento dell’acquedotto: l’abbeveratoio, il lavatoio e il serbatoio.

    Monumenti dimenticati e profondamente degradati che possono, se recuperati, arricchire esteticamente la nostra città.

     

  •  

    La commedia di Antonio Garau S’urtima xena, ambientata negli anni cinquanta del secolo scorso nell’immaginario paese di Fenugheda, è ricca di particolari sull’usanza di lasciare la cena pronta per le anime del Purgatorio la notte del 1 novembre...

    di Giulio Gaviano

  •  

    La luce delle stelle ha brillato nella limpida notte del 26 agosto per il Primo trofeo internazionale di Scherma città di Oristano...

    di Alessandro Pilloni

  •  

    La favola di Stefano Oppo, canottiere oristanese, è diventata una concreta e bellissima realtà. Dopo aver fatto sognare tutti con la partecipazione alle Olimpiadi di Rio nel “4 senza pesi leggeri”, dove il suo equipaggio uscì quarto, e la medaglia d’argento ai mondiali 2017, ora si sta confermando come uno dei canottieri più promettenti del panorama internazionale...

    di Alessandro Pilloni

  •  

    La chiesa campestre oristanese di Santu Giuanni de Froris, o Santu Giuanni de foras in quanto al di fuori della vecchia cinta muraria, cappella del gremio dei contadini, oggi risulta mimetizzata nella folta vegetazione del suo parco, al riparo degli occhi indiscreti di chi tutti giorni percorre le strade del Consorzio Industriale...

    di Alberto Medda Costella

  •  

    Sabato 16 giugno Oristano è stata animata dalla IV edizione della Maratonina cittadina, nata per iniziativa dei due club del Rotary e del Rotaract, con lo scopo di sostenere un progetto di utilità per la città...

    di Mario Virdis

  •  

    Il 15 e 16 giugno, Oristano è diventata centro d’interesse per il salvamento di persone con disabilità in contesti acquatici difficili: alluvioni, piene e allagamenti. Il Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco è impegnato in prima linea per migliorare il proprio servizio ai cittadini, specialmente quelli più fragili, ma anche per coinvolgerli in un percorso di crescita sui temi della sicurezza propria e delle persone vicine.

    di Alessandro Pilloni

  •  

    I risicoltori dell’Oristanese 40 anni fa si unirono a quelli del vercellese, costituendo la SA.PI.SE, Sardo Piemontese Sementi, oggi cooperativa leader nel settore...

    a cura di Mario Virdis

  • Non sono ancora spenti i ricordi della prima edizione del Presepe vivente itinerante, che tanto interesse e partecipazione di folla riscosse in quella notte oristanese del 21 dicembre 2013, che è già in allestimento la 3ª edizione...

    di Roberto Mario Picchedda

  •  

    L'appuntamento con Prometeo Vacca, neo presidente della Tharros di Oristano, è alla sede storica sotto le tribune di via Consolini. Mi riceve dopo aver appena smontato da lavoro.

    A cura di Alberto Medda Costella

Iscriviti al nostro canale youtube

Guarda i nostri video dalla diocesi

YouTube icon