Venerdì, 24 Maggio 2019

Progetto1

Nella celebrazione del mistero di Cristo, la Chiesa spesso commemora la Beata Vergine Maria, intimamente associata a suo Figlio, sottolineandone le straordinarie virtù e, poiché sull'altare della croce le fu affidata come madre da Cristo, la onora con amorosa pietà invocando incessantemente il suo patrocinio; la sente compagna e sorella nel cammino della fede e nelle angosce della vita... (Introduzione al Messale Mariano)

di Tonino Zedda

Tra i frutti della Riforma Liturgica vi è un’importante opera, che potrebbe essere forse maggiormente valorizzata proprio in questo mese di maggio, che va sotto il nome di Raccolta di Messe in onore della Beata Vergine Maria. Questi libri (Messale e Lezionario), oltre a costituire una grande ricchezza per i santuari mariani e per le comunità parrocchiali dove è sentita viva la devozione alla Vergine Maria, ci permettono di valorizzare in maniera adeguata l'inestimabile patrimonio con cui il popolo cristiano ha espresso ed esprime il suo particolare attaccamento alla Madre del Signore. Il popolo cristiano ha sempre manifestato la venerazione, tenera e forte, alla Santa Vergine. Particolarmente in Italia, feste, santuari, immagini, edicole poste nelle antiche mura, nei borghi, agli incroci stradali o fra le pareti domestiche, tramandano a noi quest'inno di speranza e di amore innalzato alla Vergine, a cui hanno concorso liturgia e pietà popolare. In seguito all'approfondimento della dottrina sulla Vergine Maria nel mistero di Cristo e della Chiesa compiuto dai Padri nel Concilio Ecumenico Vaticano II e nell'emanazione dei principi e delle norme per il rinnovamento della liturgia, le Chiese particolari e molti Istituti Religiosi hanno iniziato una grande opera di revisione dei Propri delle Messe alla luce dei testi liturgici classici, degli scritti dei Padri d'Oriente e d'Occidente e del Magistero dei Papi e dei vescovi, armonizzando sapientemente espressioni antiche e contemporanee. In quest'opera di rinnovamento anche le Messe della Beata Vergine Maria, dopo un'accurata revisione, sono state emendate o ne sono state composte di nuove. Risultato di quest’importante opera è stato un complesso di formulari, alcuni dei quali veramente profondi e pregevoli per dottrina, per valore spirituale e bellezza dei testi. Papa Giovanni Paolo II nella presentazione dei nuovi libri liturgici affermava: In accoglimento della richiesta avanzata da molti pastori e fedeli e soprattutto dai rettori dei santuari mariani, è sembrato opportuno fare una silloge dei più significativi, disponendoli secondo l'ordinamento dell'anno liturgico, perché anche grazie a tale strumento sia incrementata la genuina pietà delle comunità verso la Madre del Signore. La Raccolta delle Messe della Beata Vergine Maria può essere considerata come un'appendice del Messale Romano. Il Concilio Vaticano II, nella Costituzione dogmatica Lumen Gentium, dopo aver esposto la dottrina cattolica sulla natura della venerazione alla santa Madre di Cristo, esortava tutti i figli della Chiesa, perché generosamente promuovano il culto, specialmente liturgico, verso la Beata Vergine. La liturgia romana, nel Calendario generale, offre ai fedeli molteplici occasioni per commemorare nel corso dell'anno liturgico la partecipazione della Beata Vergine al mistero della salvezza, ma anche preziose testimonianze di pietà mariana nel Messale, nella Liturgia delle Ore e in altri libri liturgici, alcuni dei quali contengono apposite celebrazioni per venerare la Madre di Cristo.
La raccolta delle Messe in onore della Beata Vergine Maria si compone di ben quarantasei formulari, in relazione soprattutto al mistero che essi celebrano, sono distribuiti nei vari tempi dell'anno liturgico: in Avvento (tre formulari), nel Tempo di Natale (sei), in Quaresima (cinque), nel Tempo di Pasqua (quattro), nel Tempo Ordinario (ventotto formulari). Questo tesoro eucologico, purtroppo poco usato, andrebbero valorizzati meglio, specie in questo mese di maggio dedicato, dalla fede popolare, alla Vergine Maria.

Pin It

Iscriviti al nostro canale youtube

Guarda i nostri video dalla diocesi

YouTube icon