Domenica, 11 Aprile 2021

 

Dopo aver analizzato l’incenso e la myrra, i doni dei magi a Gesù Bambino, per completare il discorso oggi parliamo di oro, simbolo di regalità...

di Tonino Zedda

Poiché il Bambino è annunciato come Salvatore, Cristo Signore (Lc 2,11), alla comunità cristiana l'oro ricorda che Gesù ha realizzato la sua regalità nel servizio, fino al dono della sua vita, che nella risurrezione l'ha reso Signore. Il valore dell’oro e il suo uso nel culto è ben documentato in tutto l’Antico Testamento. L'oro è simbolo di ricchezza, bellezza e regalità. A differenza del ferro, l'oro, che non si ossida, è pure simbolo d'incorruttibilità ed eternità che rimanda a Dio. È il primo metallo menzionato nella Bibbia: nel giardino dell'Eden, uno dei quattro fiumi, il Pison scorre attorno a tutta la regione di Avìla, dove si trova l'oro e l'oro di quella regione è fino (cfr. Gen 2,11-12). Abramo possedeva molto oro e argento e il suo servo regalò a Rebecca orecchini d'oro. Le donne israelite escono dall'Egitto con l'oro che avevano sottratto alle egiziane. Ma è soprattutto negli ambienti e negli oggetti dedicati al culto che viene usato l’oro i altri materiali preziosi.Dio ordina a Mosè di costruire un altare d'oro, di rivestire d'oro l'arca dell'Alleanza, simbolo della sua presenza in mezzo al popolo e anche il candelabro doveva essere d'oro. L'oro abbonda al tempo del re Salomone: proveniva dal regno di Tiro e dalla regina di Saba. Salomone l'acquistava l'oro pregiato dalla città di Ofir. Quando costruì il Tempio: Rivestì il Santo dei Santi e l'interno della sala con oro purissimo. E d'oro fu rivestita tutta la sala in ogni parte, e rivestì d'oro anche l'intero altare che era nel sacrario (cfr. 1Re 6,2-22). I re e le persone nobili portavano una corona d'ora sul loro capo simbolo d'importanza e valore. L'oro, incorruttibile e prezioso, durante la storia ha avuto un uso negativo. Con l'oro i popoli pagani costruivano gli idoli che poi adoravano. E dove c'è idolatria c'è pure ingiustizia! Il salmista critica quest'uso che costituiva una forte tentazione di materializzare la presenza di Dio. Come avvenne al Sinai, dove, con l'oro portato via dall'Egitto, il popolo si costruì un vitello d'oro (Es 32,3). Il popolo di Dio non dovrà desiderare l'oro delle divinità straniere e, quando conquista i popoli, non dovrà appropriarsi né del loro oro né dell'argento. La Sapienza è piùpreziosa dell'oro del mondo e molti sono andati in rovina a causa dell'oro. Anche la parola di Dio (Sal 19,11) e i suoi comandi hanno più valore dell'oro puro (Sal 118, 127). Il saggio sa che è meglio possedere la Sapienza che l'oro (cfr. 16,16) ed essa non si scambia né con l'oro né con l'argento. L'oro che, per essere puro, deve attraversare la prova del fuoco che lo libera dalle scorie, è simbolo del credente che accetta la prova, rimanendo fedele al suo Signore. L'oro puro si acquista solo da Gesù risorto, che, passato nella passione e morte, come oro nel crogiolo, si comunica a quanti lo accolgono come l'unico bene prezioso:Ti consiglio di comperare da me oro purificato dal fuoco per diventare ricco. L'incorruttibilità e la preziosità dell'oro nel libro dell'Apocalisse descrivono la città santa, la nuova Gerusalemme, che è città di oro puro, simile a terso cristallo perché riceve da Dio bellezza, gloria e incorruttibilità. Per questo suo altissimo valore simbolico l’oro è sempre stato usato negli arredi e nei paramenti della liturgia. Anche san Francesco d’Assisi pur scegliendo per se e per i suoi frati di vivere secondo lo stile della Madonna povertà, in una sua lettera ai custodi dei conventi chiedeva con forza: Vi prego, più che se riguardasse me stesso, che, quando vi sembrerà conveniente e utile, supplichiate umilmente i chierici che debbano venerare sopra ogni cosa il santissimo corpo e sangue del Signore nostro Gesù Cristo e i santi nomi e le parole di lui scritte che consacrano il corpo. I calici, i corporali, gli ornamenti dell’altare e tutto ciò che serve al sacrificio, debbano averli di materia preziosa.

Pin It

Iscriviti al nostro canale youtube

Guarda i nostri video dalla diocesi

YouTube icon