Mercoledì, 19 Dicembre 2018

Crolla del 38% quest'anno la produzione dell'olio di oliva in Italia. Ad affermarlo è la Coldiretti ...

a cura di Federica Deiala

Dal Lazio alla Sicilia, dalla Toscana alla Calabria, dall'Umbria alla Campania: in tutto lo Stivale e nelle Isole si è registrato un brusco calo di produzione dell' ingrediente principale della nostra dieta mediterranea, soprattutto a causa delle condizioni meteo avverse che hanno penalizzato i raccolti.

E in Sardegna? Noi de L'Arborense abbiamo chiesto a Pier Paolo Porcu, perito agrario, consulente e responsabile tecnico dell'azienda Sa Marigosa, quale sia stato l'andamento della produzione olearia nella nostra isola.

Come sta andando la raccolta delle olive in Sardegna?

Rispetto all'annata del 2017, che è stata straordinaria in termini di qualità e quantità, quest'anno c'è stato un brusco calo nella produzione di olio. La raccolta non è ancora terminata, ma si attendono numeri inferiori rispetto allo scorso anno. Basti pensare che in Sardegna si stima un calo medio nella produzione di olio del 63% rispetto al 2017.

Quali fattori hanno causato le criticità?

Le condizioni climatiche non sono state molto favorevoli quest'anno. Grandinate, bombe d'acqua improvvise e venti forti hanno prodotto danni considerevoli. Per non parlare dell'elevata umidità, che ha portato allo sviluppo di parassiti dannosi per gli ulivi e ha creato un ambiente fertile per la proliferazione della mosca olearia. Questo insetto rappresenta una delle specie maggiormente dannose per la pianta.

Com'è la qualità del prodotto?

Nonostante le criticità riscontrate e una quantità inferiore allo scorso anno, il prodotto è di buona qualità. Soprattutto dove sono state adottate tecniche razionali di coltivazione e dove sono stati effettuati monitoraggi costanti sulle piante, durante le varie fasi di crescita.

Ci potranno essere eventuali rincari nel prezzo dell'olio?

Purtroppo si. Potrebbe esserci un aumento del prezzo dell'olio. Ora attendiamo che tutti gli olivicoltori terminino la raccolta. Poi si tireranno le somme.

 

 

Pin It

Iscriviti al nostro canale youtube

Guarda i nostri video dalla diocesi

YouTube icon