Martedì, 25 Giugno 2019

Progetto1

Il festival artistico-letterario Cabudanne de sos Poetas, che si svolge a Seneghe tra fine agosto e i primi giorni di settembre, quest'anno compie 14 anni...

di Sebastian Madau

Un'età importante, che la dice lunga sulla caparbietà e la costanza dell'associazione Perda Sonadora, promotrice dell'evento.

Per alcuni giorni il paese del Montiferru viene invaso da appassionati e curiosi che vogliono assistere a reading o presentazioni di autori, non chiusi in una sala, ma in luoghi suggestivi e pieni di quel fascino che solo una partza de sos ballos, o un vecchio frantoio come sa prentza de murone o scorci come quelli di putzu arru e su lare sanno dare.

Il segreto della riuscita di questo festival è essere riusciti a coniugare la proposta culturale alla bellezza del territorio.

Realtà come questa, e altre analoghe sparse per la Sardegna, (dal festival L'isola delle storie a Gavoi passando per Ananti de sa ziminera a Bauladu, fino a Mandas con il Festival della Letteratura da viaggio) sono la migliore risposta a chi ritiene che non sia conveniente investire in cultura.

non scuola seneghe cabudanne web

Dal mio punto di vista di semplice appassionato di eventi culturali, la "convenienza" non sta solamente nel creare economia in termini di accoglienza nelle strutture ricettive, pasti, acquisto di prodotti locali ecc. nell'arco dei 3/4 giorni della durata dell'evento, quanto nella capacità di trasformare lentamente una comunità, farla crescere, rendendola capace di investire su se stessa e sul proprio territorio.

Ed è quello che si percepisce e si tocca con mano, di anno in anno, partecipando anche ad una sola giornata di uno qualsiasi di questi eventi.

Col passare degli anni ci si rende conto che non si tratta di appuntamenti voluti unicamente dagli organizzatori, ma è l'intera comunità ad identificarsi con quell'evento, che diventa fiore all'occhiello nella narrazione del paese.

un ponte gettato sul mare seneghe cabudanne web1

Passando per le strade, in quei giorni tocchi con mano quanto l'intera popolazione si sia preparata e abbia reso tutto ancora più accogliente e grazioso.

Parlando di Seneghe, inoltre, senti la straordinaria opportunità di crescita per i bambini e i ragazzi che ogni anno inaugurano il festival, cimentandosi con l'esito scenico dei 2 laboratori estivi, quello teatrale e quello musicale.

Al Campo della Quercia vanno in scena importanti opere teatrali riadattate dai due giovani registi locali insieme ad una trentina e più di bambini e giovani dai 6 fino ai 18 anni.

Poi a seguire, si esibiscono i "rumorosi" partecipanti al laboratorio musicale presentando originali perfomance sonore con strumenti di ogni tipo e forma.

Pubblico2 seneghe cabudanne

Insomma, ciascuno offre, attraverso forme e modi differenti, il proprio prezioso contributo per la buona riuscita del progetto.

L'auspicio è che chi crede nella "convenienza" dell'investire in cultura prenda spunto da queste esperienze consolidate per immaginare nella propria comunità percorsi originali di crescita a tutto campo.

Una visione chiara, tanta buona volontà e competenza ed i risultati, è garantito, arriveranno!

Photo credits: Stefano Flore, Natascia Suella

Pin It

Iscriviti al nostro canale youtube

Guarda i nostri video dalla diocesi

YouTube icon