Lunedì, 16 Settembre 2019

Progetto1

Cari lettori, mi sa che ho avuto un'improvvisa idea geniale. Mi sono stancato, come tanti, che a decidere siano pochi e sempre le stesse persone. Se siamo democrazia, è giusto che decida il popolo, il cittadino, chiunque...

di Michele Antonio Corona

In questa crisi del latte e del comparto agricolo, alimentare e pastorale dovremmo trovare modi per condividere una responsabilità diffusa. La protesta di piazza, che abbiamo visto realizzare in varie forme, ha mostrato la voglia di non subire passivamente le decisioni altrui, ma di metterle in campo attivamente. Anche la Francia da alcune settimane ha proposto un duro braccio di ferro popolare contro il Governo attraverso le manifestazioni non sempre pacifiche dei Gilet gialli. Perciò, ho pensato di creare un sito che possa ospitare il voto popolare sulle tante vertenze economiche e produttive. Potrei immediatamente attivare una consultazione sul prezzo congruo del latte ovino, sul valore qualitativo dell'olio nostrano, sul grano da utilizzare per la panificazione tradizionale. Sono stanco che siano CEE, industriali e borse a decidere: dobbiamo essere noi, anzi voi! Certo, voi! Io sul sito non dovrei esprimere la mia preferenza, altrimenti qualcuno potrebbe pensare a personali interessi o a un voto tendenzioso per chi vuole imporre la propria opinione sugli altri.

Pertanto, con la mia idea chi lo desidera potrà farlo a breve direttamente e partecipare senza avere intermediari. Per tante decisioni continuiamo a essere nelle mani di potentati, di lobby, di gruppi che vogliono decidere su di noi. Alcune volte ho l’impressione che non vi piaccia più essere rappresentati da persone che sono state elette e che devono prendere le proprie responsabilità.

Per questo motivo, sono io il vostro nuovo paladino democratico, la vostra garanzia, il nuovo segno della responsabilità civile. Grazie.

Photo credits: Pascal Uhlig

Pin It

Iscriviti al nostro canale youtube

Guarda i nostri video dalla diocesi

YouTube icon