Martedì, 25 Giugno 2019

Progetto1

 

La località dista 15 km da Gadoni e confina con gli altopiani del territorio di Laconi; si può accedere dalla SP 52, in prossimità dell’incrocio con la SS128, imboccando la strada per Funtana Raminosa...

di Veronica Moi

Quello di Corongia è un altopiano costituito da tacchi calcarei particolari per la loro conformazione. Vi si possono trovare numerose specie arboree quali leccio, tasso, terebinto e ginepro, specie floreali come la peonia selvatica e numerose specie di orchidee selvatiche. La foresta ricopre un grande altipiano calcareo vicino al quale ci sono grotte e dirupi dove si incontrano specie faunistiche rare come il geotritone.

Su Campalini, nei pressi di Corongia, è uno dei simboli di Gadoni e, con i suoi 84 m d’altezza, accanto all’altopiano di Lattinazzu, costituisce una guglia rovesciata, con la base più sottile della parte superiore, visibile da un punto panoramico a cui è sconsigliato avvicinarsi se si soffre di vertigini; è bene evitare inoltre di sporgersi troppo sul precipizio perché non sono presenti recinzioni.

La visuale permette di ammirare la vallata del Flumendosa, la catena del Gennargentu, le montagne della Barbagia di Belvì-Seulo, dell’Ogliastra di Seui, fino a quelle del Sarcidano.

Nella località Bauzzoni, facilmente raggiungibile in macchina, è disponibile una vasta area attrezzata per picnic, sempre accessibile gratuitamente, ideale per ristorarsi dopo una camminata nella zona.

Con una guida esperta sono visitabili grotte come Is Breccas, rifugi in cui facevano sosta i banditi e Su Disterru ‘e Luritta, un inghiottitoio del diametro di circa 10 metri.

Consigliato sia per gli appassionati di trekking, sia per coloro che si spostano in fuoristrada e vogliono arrivare dritti alle bellezze del territorio.

Phot credits: Salvatore Manca

Pin It

Iscriviti al nostro canale youtube

Guarda i nostri video dalla diocesi

YouTube icon