Giovedì, 23 Maggio 2019

Progetto1

La liturgia

Stare in mezzo ai fratelli in spirito di servizio

 

Inaugurando uno stile nuovo nel popolo di Dio che è la Chiesa, nel contesto dell’Ultima Cena, Gesù ha affermato chiaramente il primato del servizio umile e generoso: Io sto in mezzo a voi come colui che serve (Lc 22,27). Nella Chiesa perciò alla varietà dei carismi, preziosi doni dello Spirito, deve sempre corrispondere una varietà grande di ministeri, incarichi e servizi, proprio perché nella Chiesa molteplici sono i modi di condividere l’unica missione...

di Tonino Zedda

Leggi tutto...

La celebrazione vera anima dell’assemblea

 

Nell’assemblea liturgica tutti sono chiamati a partecipare in modo vero e pieno: uomini e donne, bambini e adulti, giovani e anziani, dotti e ignoranti, poveri e ricchi. Tutti sono accomunati da una fondamentale vocazione per formare un solo corpo, tempio dello Spirito...

di Tonino Zedda

Leggi tutto...

La celebrazione liturgica agisce per la nostra salvezza

 

Una domanda è davvero necessario che ci poniamo: ma perché la celebrazione liturgica può salvare?

di Tonino Zedda

Leggi tutto...

I rischi di un'azione liturgica idealizzata

 

Dopo aver dedicato tante puntate a descrivere il servizio liturgico dei ministranti, ho sentito il bisogno di ritornare, con qualche piccola riflessione, sul concetto di ministerialità che, molto opportunamente, gli studiosi e i pastori hanno definito come snodo essenziale perché si possa attuare lo spirito della Riforma Liturgica, consentendo così a tutto il popolo di Dio di partecipare pienamente alla vita liturgica della Chiesa...

di Tonino Zedda

Leggi tutto...

Il rosario, una devozione autenticamente cristiana

 

Si è appena concluso il mese di maggio, che il popolo di Dio dedica alla devozione per la Vergine Maria, tanto da essere universalmente riconosciuto come il mese mariano. In tutta la Chiesa la Madonna è venerata con migliaia di titoli, alcuni davvero interessanti...

di Tonino Zedda

Leggi tutto...

I ministranti rappresentano sempre la Comunità

 

Normalmente il sacerdote presiede l’Eucaristia con un cer­to numero di fedeli, specie la domenica e nei giorni fe­stivi. A essa prendono parte persone che non svolgo­no alcun ministero. Anche se molto raramente potrebbe succedere che il presbitero debba presiedere una celebrazione senza la comunità dei fedeli...

di Tonino Zedda

Leggi tutto...

Iscriviti al nostro canale youtube

Guarda i nostri video dalla diocesi

YouTube icon