Venerdì, 15 Novembre 2019

Progetto1

 

Ci diamo appuntamento per presentare la struttura e tagliare il nastro. Si era conclusa con queste parole dell'architetto Rossella Sanna la conferenza dello scorso 16 febbraio del club Soroptimist di Oristano, tenuta in occasione dell'annuncio dell'avanzato stato delle opere di recupero e riconversione di una parte del novenario (cumbessias) del Santuario della Madonna del Rimedio di Oristano...

di Alberto Medda Costella

L'architetto Sanna, responsabile del progetto e direttrice dei lavori di restauro, aveva anche ipotizzato una data di consegna dell'edificio: fine primavera/inizio estate.

È stata di parola. E infatti sabato 30 giugno si è svolta l'inaugurazione della nuova struttura di accoglienza pensata per i famigliari dei degenti dell'Istituto del Santa Maria Bambina, adiacente alla basilica del Rimedio. La giornata è iniziata all'Hotel Mistral 2, dove le socie del club si sono date appuntamento per presentare i risultati raggiunti, ma anche per celebrare un quarto di secolo speso dal Soroptimist al servizio della collettività e del territorio oristanese.

rimedio cumbessias1

L'evento è quello delle grandi occasioni. Gli accenti degli invitati lasciano intuire che il coinvolgimento dei soci ha travalicato i confini oristanesi. Il caffè di benvenuto e cartellina di presentazione, del club e del service portato a termine, da omaggiare a ogni partecipante fa il resto. Da oltre Tirreno anche la presenza speciale del Presidente del Soroptimist International Nazionale Patrizia Salmoiraghi: «è sempre un grande onore condividere con un club soroptimist i momenti importanti. Ma è anche una grandissima opportunità per conoscere da vicino un pezzo di storia per me sconosciuto di questa terra meravigliosa». Già, perché l'edificio è stato restituito alla collettività, rispettando la cultura della terra cruda della Sardegna. Un recupero attento alla scelta di ogni materiale da impiegare, dal pavimento alla copertura con i caratteristici coppi e canne (s'orriu).

rimedio cumbessias5

«Oggi è un doppio festeggiamento per noi. Festeggiamo il venticinquennale, ma coroniamo anche un periodo, tormentato e piacevole allo stesso tempo, che ci ha visto protagoniste del restauro delle cumbessias» ha detto Gianna Meconcelli, attuale presidente del club ad apertura dei lavori. Sono seguiti gli interventi di Susanna Raccis, tesoriera internazionale, e del Rettore del Rimedio mons. Vincenzo Curreli, che ha messo a disposizione del progetto del Soroptimist gli edifici di proprietà del Santuario: «grazie di cuore! Grazie soprattutto perché oggi si è realizzato un sogno. Un sogno di vent'anni fa, quando arrivato ad Oristano, mi era stato dato l'incarico di pensare al Santa Maria Bambina ormai chiuso. Allora si decise però di guardare avanti. Avendo trovato un punto per il quale impegnarci - la riabilitazione neurologica allora in Sardegna mancava - e sentendo dagli specialisti che la presenza dei parenti per i degenti della struttura era essenziale e fondamentale, avevamo pensato di destinare queste casette ai loro famigliari. Ma non ce l'abbiamo fatta. Il miracolo si è compiuto ora grazie al Soroptimist».

rimedio cumbessias6

Risultato possibile anche per la provvidenziale segnalazione di Anna Maria Mulas Manni - la socia che abitando in prossimità del Rimedio aveva sensibilizzato il club ai problemi dei famigliari dei malati provenienti da tutta l'isola - e per il contributo della Fondazione di Sardegna che ha concesso un generoso finanziamento per l'opera e che si è già impegnata a sostenere le spese per il recupero della restante parte del novenario. Senza dimenticare le iniziative per la raccolta fondi, come le "polentate" di beneficienza realizzate per l'occasione dalla Pro Loco di Arborea.

rimedio cumbessias3

Spazio poi alla relazione dell'architetto Sanna, che rispetto al febbraio scorso ha presentato i lavori di restauro conclusivi, e dell'avvocato Gabriella Greco, che ha parlato della tutela della donna nell'età di Eleonora d'Arborea. È seguito poi il trasferimento nella basilica del Rimedio, con messa solenne alla presenza dell'arcivescovo Ignazio Sanna, e il taglio del nastro della struttura, che alla luce degli impegni presi anche dall'amministrazione di Oristano, dovrà essere il primo di tre che interesseranno l'area.

rimedio cumbessias4

Il prossimo per il recupero della restante parte delle cumbessias e il successivo per la riunificazione dello stesso al Santuario con l'eliminazione della strada urbana che oggi divide il complesso. «Il nostro sogno è di realizzare un giardino tutt'uno con la chiesa e col grande parco a lato della basilica. A quel punto potremmo dire che avremo fatto realmente un'opera meritoria» ha detto Rossella Sanna. I loro desideri sono anche i nostri.

Pin It

Iscriviti al nostro canale youtube

Guarda i nostri video dalla diocesi

YouTube icon