Martedì, 25 Giugno 2019

Progetto1

La storia dell’uomo si intreccia con quella del viaggio e il desiderio di conoscenza. Dalla Bibbia a Paris Texas di Wenders, da Mare e Sardegna di Lawrence a Guerre stellari di Lucas, dai noir di Hitchcock fino a Thelma &Luise di Scott, c’è sempre un luogo da attraversare, da cui passare o da visitare...

di Davide Corriga

Oggi, oltre che per motivi di svago, riposo e vacanza, si viaggia per motivi lavorativi e professionali, di fede, di salute e di famiglia. A intraprendere un viaggio nel 2018 sono stati oltre 1.403 milioni di turisti (UNWTO, 2019), facendo registrare un tasso di crescita del 6% rispetto al 2017 e consolidando la tendenza positiva dell’ultimo triennio. Il Medio Oriente e l’Africa sono le aree del mondo che hanno sperimentato l’aumento più consistente di visitatori (rispettivamente +10% e +7%), a queste seguono Asia, Pacifico ed Europa (+6%) e le Americhe (+3%). L’Europa continua ad essere il continente maggiormente esplorato,in modo particolare le regioni del Sud e del Mediterraneo (+7%). Le prime tre destinazioni risultano essere Francia, Spagna e Italia, mentre i tassi di crescita migliori li registrano Malta, Grecia, Cipro e Croazia (rispettivamente +14,5%, +10,8%, + 7,8% e + 6.6%). A livello statale, secondo gli ultimi dati pubblicati dall’Istat, il Veneto, il Trentino Alto Adige e la Toscana contano il numero più elevato di presenze turistiche. La Sardegna, con 3,1 milioni di arrivi e 14,2 milioni di presenze (Crenos, 2019), si posiziona solamente al dodicesimo posto, dopo la Sicilia e prima delle Marche. Tuttavia secondo i dati provvisori del Servizio della Statistica Regionale, per il sesto anno consecutivo la domanda turistica ha sperimentato un aumento. A crescere maggiormente sono state le presenze nella Città Metropolitana di Cagliari (+15,8%), quindi Nuoro (+7,6%) e Oristano (+6,7%). Il 50% dei turisti nell’Isola è costituito da italiani. A seguire, i principali paesi di provenienza sono Germania, Francia, Svizzera e Regno Unito. Nelle 4.844 strutture ricettive ufficialmente censite, pari a 212mila posti letto, l’82% dei visitatori si concentrano da giugno a settembre e si trattengono in media per 4,6 giorni (Crenos, 2019). Fa riflettere il dato sul turismo sommerso: secondo il 26° Rapporto sull’Economia della Sardegna realizzato dal Centro Ricerche delle Università di Cagliari e Sassari, oltre un milione di italiani trascorrono le vacanze nell’Isola soggiornando in abitazioni private e, pertanto, sfuggendo alle statistiche. Un fenomeno accentuato negli ultimi tempi anche dalla sharing economy nel settore ricettivo.

Pin It

Leggi anche

Iscriviti al nostro canale youtube

Guarda i nostri video dalla diocesi

YouTube icon