Mercoledì, 24 Luglio 2024
News

 

In 5.000 farmacie che partecipano in ogni città, si donano uno o più medicinali da banco. Serve più di un milione di farmaci per 427.000 persone in condizioni di povertà sanitaria di cui si prendono cura 1.900 realtà assistenziali. La Raccolta dura una settimana. È possibile grazie a 25.000 volontari e 19.000 farmacisti.


La Raccolta si svolgerà, da martedì 6 febbraio a lunedì 12 febbraio 2024, anche in due farmacie cittadine (Farmacia Loddo in via Cagliari, 460 e la Farmacia del Giudicato in via Sardegna 67/69) e in due farmacie di provincia, (Farmacia Pinna Alessandro a Siamanna e Villaurbana). I farmaci raccolti sosterranno due realtà benefiche del territorio (Croce Rossa Italiana Comitato di Oristano e Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori di Oristano) che hanno espresso un fabbisogno di 600 confezioni di farmaci.

Per quanto riguarda Oristano, nei giorni dal 6 al 9 febbraio ci si potrà recare nelle farmacie per donare un farmaco dalle 10 alle 12 e dalle 16,30 alle 18,30. Mentre nei giorni 10 e 12 febbraio saranno direttamente le volontarie LILT ad accogliere i donatori nelle farmacie.

I farmaci raccolti (598.178 confezioni nel 2023, pari a un valore di 5.010.685 €) saranno consegnati a 1.900 realtà benefiche che si prendono cura di almeno 427.000 persone in condizione di povertà sanitaria, offrendo gratuitamente cure e medicine. Il fabbisogno segnalato al Banco Farmaceutico da tali realtà supera il milione di confezioni di medicinali.

L’elenco è consultabile su www.bancofarmaceutico.org

Si invitano i cittadini ad andare apposta in farmacia per donare almeno un farmaco. Vi aspettiamo per un dono da cuore a cuore e pre offrire un contrbuto alla parte di popolazione in difficoltà. Grazie!


 

«Donare un farmaco è un gesto semplice e può essere determinante per la salute di chi non può permetterselo. Contribuisce in maniera importante al bene di chi lo riceve. Ma anche di chi lo dona. Perché, in fondo, compiere il bene è una parte inscindibile della legge scritta nel cuore di ogni persona, è una componente della stessa struttura umana: “siamo venuti al mondo perché qualcuno ci ha accolti, siamo fatti per l’amore, siamo chiamati alla comunione e alla fraternità”, ha detto papa Francesco in previsione della Giornata Mondiale del Malato, che cade proprio durante la settimana di Raccolta. La gratuità, insomma, è una dimensione essenziale della nostra anima. Basterebbe questo non solo per donare un farmaco a chi ne ha bisogno, ma anche per comprendere come sarebbe così semplice costruire un mondo di pace». Sergio Daniotti, presidente della Fondazione Banco Farmaceutico Ets.

 

Pin It

Iscriviti al nostro canale youtube

Guarda i nostri video dalla diocesi

YouTube icon