Giovedì, 23 Maggio 2024
News

Sono più di 6300 gli spettatori registrati nell'arco delle 14 serate che dal 27 giugno al 2 agosto hanno animato il Parco Archeologico del Sinis a Cabras (OR).


Tre Festival, a partire dalla seconda edizione del "Festival Internazionale dell'Archeologia" e del "Festival Letterario dell'Archeologia", fino alla nuova proposta del "Sardegna Archeofilm Festival", che hanno visto alternarsi talk, proiezioni, presentazioni editoriali, aperitivi e molto altro.

La speciale due giorni conclusiva del "Festival Letterario dell'Archeologia" il 1° e il 2 agosto ha rinnovato il successo delle manifestazioni che in poco più di un mese hanno visto arrivare al Parco Archeologico del Sinis 90 ospiti, 55 relatori per 15 panel e tanti concerti, tra cui quelli per le due serate di chiusura del festival con i live di Abdullah Ibrahim e Tigran Hamasyan, realizzati in collaborazione con Dromos Festival.

Un bilancio che conferma l'importante ricaduta sul territorio. Nel mese appena trascorso i biglietti staccati complessivamente per il Museo civico e nei siti gestiti dalla Fondazione Mont'e Prama sono stati infatti 22.551, il 24% in più dello scorso anno, con un incasso anch'esso in crescita del 24% rispetto al luglio 2022. Positivo anche il dato relativo ai primi sette mesi dell'anno: al 31 luglio erano 88.245 i biglietti staccati tra il Museo civico, l'antica Città di Tharros, la torre di San Giovanni, il sito di Mont'e Prama e l'ipogeo di San Salvatore, contro i 68.823 dello scorso anno (+28%): in questo caso incassi in crescita del 26,5% rispetto al 2022 e dell'11% rispetto all'ultimo anno pre-pandemia.

"Siamo pienamente soddisfatti del risultato raggiunto, perché la grande partecipazione ai Festival e l'accesso ai siti archeologici restituisce chiaramente l'interesse del pubblico nei confronti dell'archeologia, disciplina che per lungo tempo è rimasta di nicchia – ha affermato il presidente Anthony Muroni -. La commistione delle arti si è rivelata il metodo ideale per promuovere i tesori archeologici dei quali siamo i fortunati portavoce. Il nostro lavoro oggi sarà quello di continuare a valorizzarli, sia nel contesto locale in vista delle prossime edizioni dei Festival, sia oltreoceano con gli imminenti eventi in America alla presenza di Manneddu al MET e nel 2024 in altre città europee"

Le diverse manifestazioni sono promosse dalla Fondazione Mont'e Prama in collaborazione con il Ministero della Cultura, la Regione Autonoma della Sardegna tramite Centro regionale di Programmazione e Assessorato della Pubblica istruzione, beni culturali, informazione, spettacolo e sport, il Comune di Cabras, il Comune di Paulilatino, la Fondazione di Sardegna e l'Università degli Studi di Cagliari, con il coordinamento organizzativo dell'Associazione Enti Locali per le Attività Culturali e di Spettacolo.


Fonte Ufficio stampa Elastica, foto Matilde Cirini

Pin It

Iscriviti al nostro canale youtube

Guarda i nostri video dalla diocesi

YouTube icon