Mercoledì, 03 Marzo 2021
News

La situazione epidemiologica e le misure di contrasto alla pandemia da Covid-19 hanno costretto l’Amministrazione Comunale di Marrubiu a sospendere, per quest’anno, il tradizionale carnevale Su Marrulleri che da 42 anni colora di allegria le vie del paese con la tradizionale sfilata di carri allegorici.

 

di Ania Sardu

Evento molto sentito e atteso da tutti i marrubiesi, Su Marrulleri quest’anno deve essere responsabilmente sacrificato considerato che la sua caratteristica principale è aggregazione e vicinanza fisica. Questa difficile decisione non spegnerà però l’amore per la tradizione, ma al contrario servirà per accrescere la passione e l’impegno per avere un Marrulleri 2022 ancora più vivo e straordinario. Sono questi gli auspici anche del sindaco Andrea Santucciu che abbiamo voluto intervistare per capire lo spirito del paese e dell’Amministrazione davanti a questa situazione.

Da primo cittadino le è costato prendere atto della possibilità di non poter vivere il vostro tradizionale carnevale?
Molto. Per la comunità di Marrubiu è una grossa perdita non poter vivere appieno il nostro carnevale caratterizzato dalla sfilata interprovinciale e da quella più intima e locale de Su Marrulleri: una tradizione pluridecennale che le varie amministrazioni negli anni hanno sempre mantenuto viva. Una perdita per il nostro paese sia da un punto di vista culturale e storico, ma anche e soprattutto accentuata da un mancato introito per le attività di ristorazione e per i bar. Una situazione che non fa altro che aggravare la già pesante crisi economica causata da questa pandemia. La nostra sensibilità e attenzione come Amministrazione Comunale va in primo luogo a tutti gli esercenti affinché abbiano, da parte nostra, il giusto aiuto e sostegno per affrontare questo difficile momento cercando di tendere loro una mano e di fare in modo che nessuno resti indietro e possa quanto prima risollevarsi.

In quale rischio si incorre nel non celebrare un evento di così grande importanza per la comunità?
Non vedo rischi particolari. Non temo neppure che la trasmissione della tradizione si spezzi per il fatto che su Marrulleri è dentro ogni marrubiese e poiché i momenti di crisi devono servire come opportunità di crescita e miglioramento così anche quest’anno sabbatico deve essere occasione per elaborare idee che serviranno a migliorarci in vista del prossimo anno. Sono sicuro che chiunque sarà alla guida dell’Amministrazione Comunale il prossimo anno lavorerà insieme agli esercenti affinché questa importante e bella tradizione venga mantenuta viva in tutti noi.

Ci sono attività alternative che state predisponendo?
Diverse cose. Proprio in questi giorni, come Giunta Comunale abbiamo deliberato che tutti gli esercenti che vorranno potranno addobbare liberamente a titolo gratuito il marciapiede davanti al negozio per ricordare il nostro Marrulleri. Inoltre con i ragazzi del Servizio Civile e soprattuto con il comitato pro su Marrulleri vogliamo abbellire le piazze con pezzi dei carri vecchi che si potranno lasciare sino a metà marzo per ricordare e rievocare la nostra tradizione.
L’appuntamento con lo storico Marrulleri è quindi solo rimandato. Il compito e l’imperativo per tutti i marrubiesi é quello di mantenere vivo lo spirito de su Marrulleri, i sapori, i colori e i suoni di quel folklore tramandato da generazione in generazione per essere pronti a riviverlo, in una grande festa, tutti insieme, non appena sarà possibile.

A cura di Ania Sardu

Pin It

Iscriviti al nostro canale youtube

Guarda i nostri video dalla diocesi

YouTube icon