Domenica, 15 Dicembre 2019

Progetto1

Il Ponte di Brabau a Oristano come Ponte Milvio a Roma e Ponte Vecchio a Firenze?..

di Franca Mulas

Sembrerebbe di si! L’accostamento è legittimo a giudicare dalla presenza dei cosiddetti lucchetti dell’amore affissi nell’inferriata che si trova lungo il viadotto percorso ogni giorno dagli amanti della corsa e del fitwalking, a pochi metri dal punto in cui scorre in basso il fiume Tirso. Questa moda, nata qualche decennio fa in Italia al seguito del film “Ho voglia di te”, tratto dall’omonimo romanzo di Federico Moccia, dove i protagonisti, due giovani romani, suggellavano il loro amore legando un lucchetto in uno dei lampioni di Ponte Milvio e gettando la chiave nel fiume Tevere, sembrerebbe aver iniziato a prender piede anche nella città di Eleonora. Nella grata di Brabau, infatti, sono sette i lucchetti posizionati da un egual numero di coppie di innamorati che, attraverso il gesto si sono, immaginiamo, giurate amore eterno. Tra questi, un lucchetto in particolare, che non passerebbe inosservato neanche all’occhio più distratto per via delle iniziali “R. A”, fa bella mostra di se soprattutto per la sua grandezza. Ma la moda del lucchetto dell’amore tra chi si giura che il sentimento sarà per sempre, sbarcata di recente anche a Oristano, ben consolidata in tante capitali europee, tra cui Londra, Vienna, Praga, non poteva mancare a Parigi, la città dell’amore per antonomasia. Il lucchetto, che vanta una storia millenaria, diventato nel tempo il simbolo di devozione e fedeltà, è in uso tra i giovani turisti che visitano la Grande Muraglia cinese.

fiume tirso brabau

L’imponente costruzione è costellata infatti di tantissimi lucchetti, posizionati da coloro che sperano che il loro amore sia eterno. Persino il Ponte Kobe in Giappone, noto come il ponte sospeso più lungo del mondo, è oramai “decorato” da numerosissime serrature dove campeggiano iniziali di nomi e frasi d’amore in tutte le lingue. Un’altra testimonianza del significato traslato del lucchetto come simbolo d’amore ci arriva dagli Stati Uniti, esattamente dal Nevada. In questo stato esiste una cittadina chiamata Lovelock, il cui nome, appunto, significa lucchetto dell’amore. Da tempo è consuetudine che le giovani coppie di innamorati che visitano Lovelock, ricevano in dono un lucchetto che possono legare in un’apposita inferriata di un parco cittadino. Insomma a veder quanta voglia d’amore eterno ci sia tra i giovani di tutto il mondo, non ci resta che augurare loro che sia lungo e duraturo. Infine pensando a Sternberg, noto psicologo statunitense, pioniere della psicologia cognitiva, che ha elaborato la teoria triangolare dell’amore, ricordiamoci come egli sostenga che l’amore vero per esistere e durare nel tempo deve possedere tre importanti elementi: intimità, passione e impegno. Ingredienti, fondamentali per un amore autentico, quelli proposti da Sternberg che auguriamo anche agli innamorati oristanesi.

Photo credits: Santino Virdis

Pin It

Leggi anche

Iscriviti al nostro canale youtube

Guarda i nostri video dalla diocesi

YouTube icon