Martedì, 23 Ottobre 2018

 

Dopo La settimana classica è iniziata a Ghilarza la rassegna Incontri d’autore. Giovedì 27 settembre, nella Torre Aragonese, Lorenzo Braina ha presentato il suo ultimo libro Dato al mondo (Ed. Camarillo Brillo 2018)...

di Luciana Putzolu

Il libro nasce dal lavoro e dall’esperienza del Centro Crea, dagli incontri e dalle chiacchierate in giro per la Sardegna.

Braina non si definisce uno scrittore ma un divulgatore del pensiero dei maestri della psicologia e pedagogia .

Un libro, dunque, che vuole parlare in maniera diretta a tutti coloro che hanno la responsabilità di educare, a insegnanti, genitori e educatori in genere.

Attraverso il racconto di storie vissute, con il suo solito stile ricco di ironia e leggerezza, Braina ha posto al pubblico domande impegnative. Più che dare certezze, che non esistono in ambito educativo, Braina pone interrogativi per niente rassicuranti ma che aiutano ad avere maggiore consapevolezza del proprio ruolo.

Dato al mondo, ha detto Braina: “porta in sé tutto il peso di una responsabilità che ora sento di più, è come se fosse stato partorito, soprattutto dopo il grande successo dei libri precedenti”.

lorenzo braina ghilarza1

Il libro analizza le domande che un figlio, implicitamente o meno, rivolge al genitore: Quanto sei disposto a cambiare per me?, Quanto desiderio hai di me?, Quanto stai facendo i conti con il tuo cambiamento?

 Questioni cruciali, drammatiche quando emergono nella famiglia dei veri e propri problemi che necessitano di una particolare attenzione.

Dove scrivi i tuoi valori? Sulle briciole: quando sei proprio tu, genitore, a contraddirti appena pensi di aver insegnato qualcosa, Sulla pietra: quando vuoi che la tua identità sia quella di tuo figlio, quando, con i tuoi principi granitici non lo lasci volare libero o Sul legno: quando, invece, ti interroghi sui suoi bisogni, ma soprattutto sui suoi desideri e lasci spazi di libertà.

Qual è la misura in educazione? Chi ce la dà? La risposta, sottolinea Braina, è nostro figlio, quando ci chiediamo come stia davvero e se sia veramente felice.

L'educazione è questione di legame, di prendersi cura, è la forza di un abbraccio: quanto lo teniamo stretto nostro figlio?

Un incontro e un libro fondati su una certezza: educare è un’avventura affascinante, è un mistero di bellezza . Alla filastrocca contenuta nel libro Braina affida il senso :

Dammi la mano, dammela bene - tienimi forte, non farmi cadere… 

Sono grato del tempo trascorso insieme - ormai sono un uomo che nulla più teme

per quella tua mano che non mi ha fatto cadere - per questa mia mano che ti lascia andare.

 

Pin It

Leggi anche

Iscriviti al nostro canale youtube

Guarda i nostri video dalla diocesi

YouTube icon