Vita diocesana
stampa

Il messaggio di mons. Ignazio Sanna

Messaggio dell'Arcivescovo per la Quaresima giubilare

Mons. Sanna invita i fedeli a compiere un gesto di solidarietà per dare una mano d'aiuto alle famiglie in difficoltà della nostra Diocesi attraverso l'iniziativa "Sostieni una famiglia"

Messaggio dell'Arcivescovo per la Quaresima giubilare

Per vivere bene la Quaresima di quest'anno di grazia e misericordia, secondo quanto indicato dalla lettera pastorale Misericordiando, vogliamo anzitutto impegnarci per la conversione interiore della nostra vita di fede e carità. "Se, infatti, limitiamo la nostra azione misericordiosa al solo rispetto dell'esteriorità, corriamo il rischio di ridurre la misericordia a una convenzione sociale, mentre è primariamente un fatto personale, un atteggiamento del cuore.

 Ognuno conosce nel suo cuore se e perché è perdonato, se e perché gli viene usata misericordia. Se facciamo fatica a perdonare, è perché non abbiamo la consapevolezza del nostro peccato e, di conseguenza, del bisogno della misericordia di Dio. Se noi non ci sentiamo peccatori, non sentiamo il bisogno della misericordia di Dio, e, quindi, nemmeno il bisogno della salvezza. Se noi, però, non ci sentiamo peccatori, è come se Cristo non fosse morto "per noi". Ma Dio ci mostra il suo grande amore proprio per il fatto che Cristo è morto per noi mentre eravamo nella condizione di peccato e non di innocenza (cfr. Rm 5,8)".

"Con il cuore ci troviamo soli davanti a Dio, ed è impossibile fingere o avanzare giustificazioni pretestuose. Davanti agli uomini possiamo anche fingere e nutrire sentimenti contrastanti con le azioni che poniamo. Ma davanti a Dio e nell'intino della coscienza siamo disarmati e poveri e non possiamo fingere. Inoltre, il perdono non è un concetto, ma una esperienza della persona, che sceglie di vivere un rapporto positivo nei confronti di un'altra che l'ha offesa. Prima che un gesto umano di colui che cerca di vincere rancori e risentimenti dentro di sé, il perdono nasce da un cuore magnanimo, grande, capace di contenere il limite che c'è nell'altro, ma anche il limite del proprio sentimento di rivalsa. Inoltre, l'esperienza dell'offesa può essere un motivo di forte delusione, ma anche una grande risorsa. Perdonare fa bene alla nostra vita psicologica e a quella degli altri, se è un'esperienza vissuta in modo maturo, ossia se chi perdona e chi è perdonato si accostano al problema con sentimenti profondi e non superficiali". 

 

Seguendo, poi, l'invito di Papa Francesco, vogliamo, in primo luogo, metterci in ascolto della Parola di Dio in modo particolare nelle "24 ore per il Signore" dei giorni 4-5 marzo. Ogni parrocchia troverà il modo di dedicare tempo alla preghiera personale e ad una catechesi biblica sulla misericordia e il perdono. In secondo luogo, poiché il Papa ha anche auspicato "che il popolo cristiano rifletta durante il Giubileo sulle opere di misericordia corporali e spirituali", promoviamo l'iniziativa "Sostieni una famiglia". Con un gesto di solidarietà vogliamo dare una mano d'aiuto alle famiglie in difficoltà della nostra Diocesi. Ciascuno di noi, donando da un minimo di 5 a un massimo di 50 euro potrà  aiutare le famiglie che sono assistite dall'Emporio della Caritas Diocesana di Via Cagliari 179, in Oristano. Le donazioni possono essere erogate tramite le parrocchie o in occasione della "Giornata della carità", la terza domenica di Quaresima, il 28 febbraio 2016, o in un altro periodo dell'anno giubilare della misericordia. 

 

"Ciascuno dia secondo quanto ha deciso nel suo cuore, non con tristezza né per forza, perché Dio ama chi dona con gioia" (S. Paolo ai cristiani di Corinto).

 

+Ignazio Sanna, Arcivescovo

Messaggio dell'Arcivescovo per la Quaresima giubilare
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento